Tennis, Atp Finals: Zverev batte Isner e vola in semifinale con Federer


LONDRA – Alexander Zverev si qualifica per le semifinali delle Atp Finals (veloce indoor, montepremi 7 mln dollari) in corso di svolgimento alla O2 Arena di Londra. Il tedesco, numero 5 del mondo, sconfigge lo statunitense John Isner, numero 10 del ranking Atp, con il punteggio di 7-6 (7-5), 6-3 in un’ora e venti minuti, nel match d’apertura del gruppo intitolato a Gustavo Kuerten, passando come secondo del girone.

Alle 21, sempre per il gruppo dedicato all’ex campione brasiliano, in campo il serbo Novak Djokovic, numero 1 del mondo, opposto al croato Marin Cilic, numero 7 Atp, match ininfluente perché Djokovic è matematicamente primo del girone e Cilic è già eliminato. In semifinale Zverev sfiderà lo svizzero Roger Federer, numero 3 del mondo, mentre Djokovic affronterà il sudafricano Kevin Anderson, numero 6 Atp.

NUOVO TORNEO GIOVANI – Red Bull fa il suo ingresso nel mondo del tennis con il Red Bull Next Gen Open, un nuovo torneo partecipativo che permette a tutti i tennisti Under 21 di competere con regole innovative e spettacolari per aggiudicarsi un posto alle Next Gen ATP Finals. Red Bull Next Gen Open utilizza molte delle nuove regole adottate dalle Next Gen ATP Finals, inclusi gli shorter set (vince chi arriva prima a quattro punti con un eventuale tie-break al terzo), il no-let rule, un warm-up più breve, uno shot lock di 25 secondi e punteggio no-ad (nessun vantaggio), garantendo così momenti cruciali e decisivi. Nel 2019 il Red Bull Next Gen Open sarà giocato in diversi paesi del mondo, con l’obiettivo di diventare il più grande evento partecipativo di tennis del mondo, permettendo a tutti i giovani tennisti di sfidarsi per aggiudicarsi uno degli 8 posti alla Finale mondiale a Milano nel 2019.

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi