Tennis, sorridono gli azzurri: Fognini e Seppi in semifinale a Stoccolma e Mosca



STOCCOLMA – Fognini e Seppi conquistano il pass per le semifinali rispettivamente a Stoccolma e Mosca. Giornata molto positiva per il tennis italiano: il ligure ha approfittato del ritiro del coreano Chung sul punteggio di 7-5, 2-1 dopo nemmeno un’ora di gioco ed ora aspetta il vincente del match tra il tedesco Philipp Kohlschreiber e il greco Stefanos Tsitsipas. Per Fognini si tratta della nona semifinale stagionale.

VOLA ANCHE SEPPI – Continua la settimana impeccabile di Andreas Seppi. Il 34enne di Caldaro, numero 46 del ranking mondiale, vincitore di questo torneo nel 2012, ha battuto nei quarti per 6-4 7-6(2), in un’ora e 53 minuti di gioco, il serbo Filip Krajinovic, numero 34 Atp e quarta testa di serie. L’azzurro, che nel secondo parziale ha recuperato uno svantaggio di 4-1, ritroverà in semifinale il francese Adrian Mannarino (“giustiziere” negli ottavi del primo favorito del seeding Marco Cecchinato), che ha stoppato per 7-6(3) 6-3 la corsa del sorprendente bielorusso Egor Gerasimov, numero 217 del ranking mondiale, proveniente dalle qualificazioni. L’altoatesino è in vantaggio per 4-3 nei precedenti dopo il successo al primo turno del Masters 1000 di Shanghai la scorsa settimana.

STORICA VITTORIA DI JABEU – Sempre a Mosca vittoria storica per Ons Jabeu, prima tunisina di sempre a raggiungere una finale nel circuito Wta. La 24enne di Hsar El Hellar, numero 101 Wta, proveniente dalle qualificazioni, ha proseguito nella sua splendida cavalcata eliminando anche la lettone Anastasia Sevastova, numero 11 del ranking mondiale e quinta favorita del seeding con il punteggio di 6-3, 3-6, 6-3. Finale contro la padrona di casa Daria Kasatkina che ha superato per 64, 63 la britannica Johanna Konta.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non viviamo di stipendi pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi