Testata all’arbitro: daspo per 5 anni a un calciatore nel salernitano


Cinque anni di Daspo per un calciatore. E’ questa la misura disposta dal questore di Salerno, Maurizio Ficarra, nei confronti del 32enne B. C., colpevole di aver colpito, con una testata, l’arbitro durante lo svolgimento di una partita.

Il fatto è accaduto lo scorso 18 novembre, nel corso dell’incontro di calcio, valevole per il campionato di Seconda categoria, tra “Asd Folgore Acquavella” e “Atletik Torchiara”, disputatosi a Stella Cilento.

Ad arbitrare la gara c’era G. N., di 20 anni. L’episodio è avvenuto nei momenti finali della partita, quando l’arbitro ha concesso un calcio di punizione alla squadra ospite: una decisione fortemente contestata dai giocatori della squadra di casa, che hanno creato anche un capannello attorno al giovane direttore di gara. Proprio in quei concitati attimi, il calciatore 32enne ha sferrato una testata all’indirizzo del giudice di gara. Quest’ultimo è stato immediatamente soccorso e trasferito presso l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania, dove è gli è stato diagnosticato un trauma cranico commotivo, con una prognosi di 10 giorni.

La partita è stata sospesa e il giocatore è stato denunciato alla locale stazione dei carabinieri per atti di violenza in occasione di manifestazioni sportive. Dopo una rapida istruttoria da parte degli agenti della polizia della Divisione anticrimine, il questore di Salerno ha emesso il Daspo (divieto di partecipazione a eventi sportivi), nella misura massima di cinque anni.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi