TFF, frontiera tra pellerossa e bianchi – Cinema


(ANSA) – TORINO, 24 NOV – In ‘Land’, scritto e diretto dal
regista iraniano Babak Jalali, ci troviamo in una delle tante
frontiere senza giustizia che dividono ricchezza e povertà: la
riserva indiana di Prairie Wolf. Qui vive la famiglia dei
Denetclaw, protagonista della storia. Da una parte una cultura,
quella dei nativi americani, relegata ai margini e dall’altra
quella di chi ha vinto. Esattamente nel mezzo, un chiosco-bar
dove gli indiani attingono a quell’alcol che li stordisce e che
è proibito portare dentro la riserva. Questo il film che passa
oggi a Festa Mobile del Torino Film Festival, una co-produzione
Italia (Asmara Films e Rai Cinema), Francia, Olanda e Messico in
sala con Asmara Films a inizio 2019.
   
Quando nella riserva la famiglia dei Denetclaw riceve la notizia
della morte del figlio minore Floyd, in un combattimento in
Afghanistan, parte la lunga attesa del corpo del ragazzo che
deve essere riportato a casa per la sepoltura. Wesley (James
Coleman) il più giovane dei figli ancora in vita è un alcolista
da tempo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi