Troppo loquace nella chat di gruppo? Telegram mette il freno


TELEGRAM regala un nuovo potere agli amministratori della chat di gruppo: centellinare i messaggi altrui. L’app di messaggistica considerata la più sicura tra tutte ha introdotto la funzione chiamata Slow Mode per stabilire la frequenza di intervento dei partecipanti alle conversazioni a più voci. In sostanza, gli interlocutori potrebbero dover attendere fra i 30 secondi e un’ora prima di esprimersi di nuovo.

Mentre le altre piattaforme social sono alle prese con il tentativo di arginare l’ondata di fake news trasmesse soprattutto nelle chat di gruppo, Telegram – che nel 2018 contava 200 milioni di utenti attivi al mese – mette i paletti necessari per far sì che le conversazioni non diventino moleste.

LEGGI  Wapp: “Ciao, sono il tuo vicino di numero”, ecco il messaggio che potreste ricevere

WhatsApp ha adottato quest’anno una serie di restrizioni per limitare l’invasione dei messaggi indesiderati nei gruppi che possono arrivare a contare al massimo 256 partecipanti. Mentre nella chat creata a Pavel Durov i gruppi possono arrivare a 200 mila utenti. Per non disturbare, Telegram permette tra l’altro di inviare messaggi o contenuti multimediali senza audio, oltre ad altre funzionalità volte a migliorare la performance in chat.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA




http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi