Twitter, un baco ha reso leggibili i tweet privati degli utenti Android per anni


DOVEVANO essere “protetti” e invece sono diventati leggibili ai più. Twitter ha rivelato l’esistenza di un baco che ha reso visibili i tweet privati degli utenti Android dal 3 novembre 2014 al 14 gennaio 2019. In particolare, in questo arco di tempo, il problema potrebbe avere interessato gli account ai quali sono state apportate alcune modifiche mentre l’opzione “Proteggi i tuoi tweet” era attiva: ad esempio, il cambio dell’indirizzo email dell’account.

Il social di Jack Dorsey ha fatto sapere di non essere in grado di quantificare il numero degli account che hanno fatto i conti con il bug, che però non interessa il client Twitter per iOS e chi accede al social via Web.

LEGGI Twitter: come cambiare la password e mettere in sicurezza l’account

In ogni caso, pur dopo più di quattro anni la falla è stata riparata – conferma il centro assistenza di Twitter – e la riattivazione della funzione “Proteggi i tuoi tweet” riattivata in automatico. Comunque, gli utenti sono invitati a controllare le impostazioni sulla privacy seguendo le indicazioni riportate nel Centro assistenza che mette a disposizione un modulo per eventuali richieste o segnalazioni al responsabile della protezione dei dati sensibili di Twitter.


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica




http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi