Uccise per debito 100 euro, condannato – Cronaca


(ANSA) – RIMINI, 23 OTT – E’ stato condannato a 16 anni di
reclusione il tunisino Nefzi Imed, 47 anni, regolare in Italia,
accusato di aver ucciso con una coltellata, il 20 agosto del
2017 in uno stabile abbandonato di via Bassi a Rimini, Anis
Dhaher, 37 anni marocchino. L’uomo era stato aggredito durante
una lite per un debito di 100 euro, ritrovato agonizzante dai
soccorritori, era morto dopo 5 giorni all’Ospedale Infermi.
L’omicida si era poi costituito alla polizia di Stato la
mattina stessa della morte.
Questa mattina a conclusione del processo con rito
abbreviato, in cui il pubblico ministero Davide Ercolani aveva
chiesto una pena di 30 anni, il 47enne è stato giudicato
colpevole e condannato a 16 con le attenuanti generiche.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi