Ucciso 30 anni fa, un nuovo indagato – Cronaca


(ANSA) – FERRARA, 27 OTT – Nuovi risultati nell’inchiesta
riaperta sull’omicidio di Willy Branchi, a Goro 30 anni fa, e
rimasto senza colpevoli: la Procura di Ferrara ha infatti
iscritto nel registro degli indagati un nome importante. Si
tratterrebbe di un esponente della Chiesa, interrogato nelle
ultime ore e accusato di false dichiarazioni al pm.
   
L’inchiesta vede a processo un pensionato del paese con la
stessa accusa e aveva già visto indagato un sacerdote per la
medesima ipotesi, poi archiviato per aver in parte ritrattato.
   
Nei mesi scorsi le indagini, condotte da un nuovo magistrato, il
pm Andrea Maggioni, hanno ripreso vita.
   
Willy Branchi, all’epoca 18enne, fu trovato morto il 30
settembre 1988 lungo l’argine di un fiume, nudo e con la testa
fracassata. In mezzo indagini e poche certezze, fra accuse di
pedofilia e omertà dei testimoni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi