Udinese-Frosinone 1-1, Ciano risponde a Mandragora, Baroni parte bene



UDINE – Il Frosinone evita la sconfitta a Udine e tiene vive le proprie speranze di salvezza. L’1-1 alla Dacia Arena alla fine fa contento, però, solo Baroni che, almeno non inizia con il piede sbagliato la sua avventura in Ciociaria. Fondamentalmente il punto ciascuno serve a poco a entrambe le squadre: all’Udinese perché non riesce ad allontanarsi dalla zona retrocessione e al Frosinone perché 5 punti di ritardo dal quart’ultimo posto per una squadra che in 17 giornate ne ha racimolati in tutto 9 restano comunque un divario notevole da colmare.

BARONI VARA IL 3-5-2 – Per la sua prima sulla panchina gialloblu, Baroni ha preferito adottare un più coperto 3-5-2. Rispetto alla squadra di Longo, ha tolto un attaccante (Campbell) e ha aggiunto un centrocampista (Cassata). In più in difesa ha preferito Krajnc a Capuano. Sul fronte opposto Nicola ha dato, in pratica, fiducia alla formazione sconfitta dall’Inter con l’unica novità del rientro dal 1′ di Lasagna al posto di Pussetto.

GOL DI MANDRAGORA, PALO DI CIANO – Il Frosinone ha provato a giocarsi le proprie carte con coraggio ma dopo aver chiamato in causa Musso con un colpo di testa in tuffo di Chibsah, ha dovuto fare i conti con la reazione dell’Udinese. I bianconeri hanno, a poco a poco, preso campo e al terzo tentativo, dopo aver sfiorato il bersaglio con Fofana (destro di un soffio oltre l’incrocio) e aver sciupato un’occasione d’oro con Nuytinck, incespicatosi solo davanti alla porta su un assist su punizione di De Paul, ha sbloccato il risultato (32′): Larsen dalla destra ha centrato per Lasagna che di testa non è arrivato sul pallone; la palla è schizzata dalle parti di Mandragora che con un gran sinistro di controbalzo ha infilato l’incrocio alla destra di Sportiello. Il Frosinone ha reagito prontamente ma un sinistro rabbioso da 30 mt di Ciano non ha avuto fortuna: ha sbattuto sulla base del palo alla destra di Musso ed è uscito.

ENTRA PINAMONTI, CIANO PAREGGIA SU RIGORE – L’Udinese ha provato a chiudere i conti in avvio di ripresa affidandosi a un ispirato De Paul ma l’argentino, malgrado alcuni buoni numeri in serpentina ha peccato per tre volte di precisione non trovando mai lo specchio. Baroni ha deciso di cambiare Ciofani con Pinamonti e la mossa lo ha immediatamente premiato (60′). Da un cross dell’ex interista, è infatti, nata l’azione del pareggio: Ciano è caduto in area lamentando un tocco da dietro di Ekong, Valeri, dopo un silent-check con Ghersini, ha convalidato il rigore senza ritenere necessario andare al monitor a rivedere l’episodio, per la verità apparso dubbio. Ciano ha ringraziato e dal dischetto ha ristabilito la parità.

L’INGRESSO DI PUSSETTO NON RAVVIVA L’UDINESE – Nicola ha provato a spingere l’Udinese verso la vittoria varando il 3-4-1-2 con l’inserimento di Pussetto e l’abbassamento di De Paul dietro le punte ma un po’ la stanchezza, un po’ le buone chiusure dei difensori gialloblu gli hanno scombinato ogni piano. La gara è rimasta equilibrata con un’occasione per parte: il Frosinone è andato vicino all’1-2 con un sinistro dal limite di Pinamonti, l’Udinese al 2-1 con un colpo di testa di Lasagna. Alla fine, dunque, un giusto pari che i tifosi bianconeri, però, hanno accolto male fischiando sonoramente la famiglia Pozzo. Vista la precaria classifica, una protesta più che comprensibile.

UDINESE-FIORENTINA 1-1 (1-0)
Udinese (3-5-2): Musso, Stryger Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck, Ter Avest (30’st Machis), Fofana (18′ st Pussetto), Behrami, Mandragora, D’Alessandro, De Paul, Lasagna (22 Scuffet, 88 Nicolas, 2 Wague, 4 Opoku, 7 Pezzella, 9 Vizeu, 14 Micin, 21 Pontisso, 72 Barak, 99 Balic). All. Nicola.
Frosinone (3-5-2): Sportiello, Goldaniga, Ariaudo, Krajnc, Zampano, Chibsah (43′ st Crisetig), Maiello, Beghetto, Cassata, Ciano (43’st Campbell) , Ciofani (12’st Pinamonti) (22 Bardi; 2 Ghiglione, 3 Molinaro, 5 Gori, 10 Soddimo, 11 Perica, 21 Sammarco, 23 Brighenti, 27 Salamon). All. Baroni.
Arbitro: Valeri di Roma 5.5.
Reti: nel pt 32′ Mandragora; st 16′ Ciano (rig.).
Angoli: 2-6.
Recupero: 2′ e 6′.
Ammoniti: Cassata, Krajnc, Behrami, Chibsah, D’Alessandro per gioco falloso.
Spettatori: 18 mila circa.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi