Umano e divino in The Thread – Teatro


(ANSA) – ANCONA, 28 FEB – Frutto di un lavoro di tre anni del
visionario coreografo e regista britannico Russel Maliphant, di
cui due spesi a studiare le antiche danze greche sul posto,
arriva al Teatro delle Muse di Ancona l’1 e 2 marzo in anteprima
mondiale il balletto The Thread, che su musiche di Vangelis
ripercorre il rapporto dell’uomo col divino. “Il principio
ispiratore del balletto – ha spiegato l’ideatrice del concept
Georgia Iliopoulu – non è tanto quello del mito del Minotauro,
quanto quello del filo di Arianna che dall’inizio della civiltà
greca ha percorso attraverso la danza tutta la nostra cultura.
   
Un filo ritrovato e a lungo studiato da Maliphant nelle danze
tradizionali greche, di volta in volta diverse, dalle quelle
delle piccole isole a quelle di Creta, fino alla Macedonia e ad
Epiro, al confine con l’Albania, ognuna delle quali testimonia
in forme diverse il modo degli uomini di rapportarsi col divino
e con l’assoluto”. Un viaggio attraverso il tempo con 18
interpreti, tra danzatori professionisti e folk.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi