Under21, Italia-Germania 1-2: illusione Parigini, poi decide Waldschmidt


REGGIO EMILIA – Dopo l’illusione, il ko. L’Italia Under 21 di Gigi Di Biagio chiude il 2018 con un’amara sconfitta per 2-1 contro la Germania a Reggio Emilia. La selezione giovanile tedesca è stata trascinata dalla doppietta di Waldschmidt dopo il vantaggio iniziale azzurro firmato Parigini. Si tratta della seconda sconfitta in pochi giorni per gli azzurrini, dopo quella con identico punteggio subita dall’Inghilterra.

BUON PRIMO TEMPO AZZURRO – Nei primi minuti di gioco al Mapei Stadium, l’Italia gioca bene, si diverte e fa vedere buone cose. Cutrone svaria su tutto il fronte dell’attacco e aiuta i compagni di reparto: assist al bacio per Orsolini all’11’ con l’esterno del Bologna che si presenta al limite dell’area e sfiora il secondo palo con il sinistro. Gli azzurrini pressano forte e passano in vantaggio al 21′ con una bella verticalizzazione di Zaniolo che trova Parigini: tiro col destro preciso sul secondo palo e palla in gol per l’1-0 a firma del giocatore del Torino. Tante occasioni e tante palle-gol fallite: tra tutte spicca quella creata al 39′ con Orsolini che cerca il pallonetto su Nubel ma viene murato dal portiere tedesco in uscita. Poi, a sorpresa nel finale di frazione, la Germania trova il pari su calcio di rigore. Cutrone, piazzatosi in barriera su una punizione dei tedeschi, tocca il pallone con il braccio in piena area di rigore: intervento immediato dell’arbitro Godinho che concede il penalty agli ospiti, successivamente trasformato da Waldschmidt.

DECIDE WALDSCHMIDT – Nel secondo tempo, dopo soli tre minuti, la Germania trova il gol del 2-1con un’azione solitaria di Waldschmidt che salta agevolmente Pezzella e calcia col mancino sul secondo palo. Un avvio eccessivamente soft che porta gli azzurrini a chiudersi nella propria metà campo e che favorisce la manovra dei tedeschi, vicini al terzo gol al 68′ con un tiro da fuori area di Oztunali respinto da Audero. L’Italia si riaccende nell’ultimo quarto con una conclusione al volo di Orsolini, leggermente a lato, e con una splendida punizione di Cutrone neutralizzata da Nubel in corner. Tanta buona volontà nel finale alla ricerca del pareggio, ma la difesa tedesca si difende alla grande e neutralizza gli attacchi degli azzurrini. Un pizzico di rammarico per il risultato e per le tante occasioni mancate durante il primo tempo: un’Italia dai due volti che non soddisfa il ct Di Biagio.

Italia-Germania 1-2 (1-1)
Italia (4-3-3): Audero; Calabresi, Romagna, Bastoni (16′ st Bonifazi), Pezzella; Mandragora, Locatelli (26′ st Pessina), Zaniolo (26′ st La Gumina); Orsolini (38′ st Verde), Cutrone, Parigini (16′ st Castrovilli). In panchina: Plizzari, Scuffet, Dickmann, Depaoli, Valzania, Murgia. Allenatore: Di Biagio
Germania (4-3-3): Nubel; Klostermann, Baumgartl, Uduokhai, Henrichs; Neuhaus (36′ st Sabiri), Dahoud, Eggestein (28′ st Stenzel); Richter (17′ st Oztunali), Serra (17′ st Knoll), Waldschmidt (37′ st Ochs). In panchina: Korber, Anton, Mittelstadt, Serdar, Koch, Brodersen. Allenatore: Kuntz
Arbitro: Godinho (Portogallo)
Reti: 21′ pt Parigini, 43′ pt Waldschmidt (rig); 3′ st Waldschmidt
Angoli 3-5
Recupero: 0′, 4′
Spettatori: 5.500.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi