Un’epoca raccontata dalla matita di Levi – Arte


(ANSA) – MATERA, 27 AGO – L’Italia dell’immediato Secondo
dopo guerra vista attraverso le virtù, le debolezze e i
paradossi dei personaggi politici dell’epoca sono il filo
conduttore della mostra “Carlo Levi. L’arte della politica.
   
Disegni (1947-1948)”, allestita a Matera presso il Centro “Carlo
Levi” di Palazzo Lanfranchi. L’inaugurazione è fissata per
domani: rimarrà aperta fino al 31 ottobre. La mostra, attraverso
giornali e 56 disegni pubblicati sul quotidiano “L’Italia
Socialista” diretto da Aldo Garosci, nel quale Carlo Levi
(1902-1975)e intellettuali come Adriano Olivetti, Manlio Rossi
Doria e altri lavorarono fino alla chiusura della testata,
coincisa con la sconfitta del “Fronte Popolare”, è organizzata
in due sezioni principali delimitate dalle elezioni politiche
del 18 aprile 1948. I disegni, di proprietà del Centro, sono
ordinati in base ai temi dell’analisi politica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi