Vela, Soldini vola alla Middle Sea Race, vince anche con due avarie


In piena notte davanti a tutti. Alle  22.54 58″ locali (20.54 UTC) di lunedì il trimarano Maserati di Giovanni Soldini ha tagliato per primo il traguardo della 39a Rolex Middle Sea Race, percorrendo le 606 miglia della storica regata maltese in 2 giorni, 11 ore, 54 minuti e 58 secondi. Non è riuscito a battere se stesso, ma il record dei multiscafi della regata mediterranea – Malta, giro della Sicilia, Lampedusa, Pantelleria e rientro al traguardo di La Valletta –  è sempre suo. Il rivale diretto, l’anglo-americano PowerPlay, ha chiuso poco più di due ore più tardi.


Vela, Soldini vola alla Middle Sea Race, vince anche con due avarie

Giovanni Soldini e il suo equipaggio brindano all’arrivo della Middle Sea Race

Ma non è stata una regata facile. Giovanni Soldini e il Maserati Multi 70 erano partiti dal Grand Harbour di Malta sabato 20 ottobre alle 11 e dopo aver doppiato Capo Passero, durante la sfida con PowerPlay a suon di virate, hanno dovuto far fronte a un’avaria al sistema di controllo della randa, subito risolta dall’equipaggio. Appena un’ora dopo, navigando di bolina, ha ceduto una parte di struttura vicino al timone di destra.

in riproduzione….

“Ci siamo subito accorti della gravità della situazione”, spiega Giovanni Soldini, “il timone aveva sfondato lateralmente la parte poppiera della sua sede. Siamo sicuri di non aver urtato alcun oggetto e pensiamo sia un problema strutturale. Dopo aver tirato il timone fuori dall’acqua, siamo riusciti a ripartire pochi metri dietro PowerPlay, che si era ripreso tutto il nostro vantaggio.”
Un momento chiave della regata è stata la scelta, presa da Giovanni Soldini e Vittorio Bissaro, di approcciare lo Stretto di Messina da Est, che ha permesso a Maserati Multi 70 di prendere un discreto vantaggio su PowerPlay.


Vela, Soldini vola alla Middle Sea Race, vince anche con due avarie

“Il momento più difficile è stato, durante la notte tra domenica e lunedì, il passaggio di un grosso groppo con temporali, fulmini, saette e raffiche fino a 50 nodi. Dopo una manovra molto impegnativa ne siamo usciti veloci senza danni.”
La giornata di lunedì 22 ottobre è stata poi molto dura per Giovanni Soldini e il suo equipaggio: PowerPlay ha recuperato gran parte del suo ritardo, proprio prima dell’ultimo bordo al traverso da Lampedusa a Malta, il più critico per Maserati Multi 70 visto il danno al timone.

Continua Soldini: “Con il timone danneggiato, non eravamo sicuri di poter difendere la nostra posizione dagli attacchi di PowerPlay. Con nostra grande sorpresa siamo riusciti a trovare un assetto magico, fra pesi della barca, incidenza del foil sottovento e inclinazione dell’albero, che ci ha permesso di gestire questo bordo al traverso a grande velocità”. Alla fine “è stata una grande regata e una grande battaglia con PowerPlay che non ha mai mollato fino all’ultimo. Devo ringraziare tutto il Team di Maserati Multi 70 che ha fatto un super lavoro!”

A bordo di Maserati Multi 70, insieme allo skipper Giovanni Soldini, l’equipaggio è composto da 7 velisti professionisti: gli italiani Vittorio Bissaro (tattico), Guido Broggi (randista), Nico Malingri e Matteo Soldini (entrambi grinder e tailer); gli spagnoli Carlos Hernandez Robayna (tailer) e Oliver Herrera Perez (prodiere) e il francese François Robert (pitman). Il prossimo appuntamento sportivo per Maserati Multi 70 sarà la RORC Transatlantic Race, con partenza il 24 Novembre 2018 da Lanzarote, nelle Canarie.

Il primo dei monoscafi della Middle Sea Race a tagliare il traguardo è stato il maxi americano Rambler mentre la gran parte dei circa 140 partecipanti deve ancora arrivare.
 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi