Viggo Mortensen alla Festa di Roma – Cinema


(ANSA) – ROMA, 24 OTT – Un A spasso con Daisy a parti
invertite: è Green Book di Peter Farrelly, con due straordinari
interpreti come Viggo Mortensen e Mahershala Ali, protagonisti
nella vera storia dell’amicizia, durata tutta la vita, nata nel
1962 fra un virtuoso afroamericano del pianoforte, Don Shirley
(Ali) e il buttafuori italo americano Tony Vallelonga
(Mortensen), ingaggiato dal musicista per fargli da autista e
‘risolviguai’ durante un tour negli Stati Usa del Sud, dove il
razzismo era ancora profondamente radicato.
   
Il film, alla Festa del Cinema di Roma e in sala dal 31
gennaio con Eagle Pictures, è fra i titoli in pole position per
la corsa all’Oscar, dopo la vittoria a Toronto del premio del
pubblico. “Queste storie – dice Mortensen – ti permettono di
conoscere un po’ di più chi è diverso da te. Sono molto
importanti in questo momento perché si vede in giro tantissima
misoginia e ignoranza. Mi spavento soprattutto quando vedo che
persone di potere, dai politici ai sindacalisti, sono ignoranti
nella stessa maniera”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi