Vigilantes uccide cugino,movente gelosia – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 11 AGO – Sarebbe stata la gelosia ad armare
la mano a una guardia giurata, Sebastian Ganci, che a Tavazzano,
in provincia di Lodi, ha ucciso il cugino, Amato Di Paola di 29
anni.
   
Ganci è stato fermato a Milano dalle volanti della polizia,
sotto casa della sorella, che aveva chiamato il 112 spiegando
che il fratello aveva fatto “una cazzata”. La vittima era di
Cerignola (Foggia).
L’omicidio è avvenuto attorno alle 6 di questa mattina, 11
agosto, nell’abitazione del presunto assassino dopo una violenta
lite scoppiata per gelosia per via di una 17enne romena, che
aveva una relazione con la vittima. Durante la discussione il
vigilantes, 40 anni circa, ha impugnato la sua pistola e ha
ucciso il cugino con diversi colpi.
   
E’ proprio con la minorenne che la guardia giurata è fuggita
a bordo della sua auto appena dopo l’omicidio. La giovane,
terrorizzata, ha poi chiesto di essere lasciata nella stazione
di servizio di Somaglia da dove lanciato l’allarme.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi