WopArt, dove la bellezza è democratica – Arte


(ANSA) – ROMA, 25 GIU – Da Picasso a Magritte, da Leger a
Chagall e Degas, e poi Botero, Giacometti, Lai, accanto a
talenti contemporanei, affermati o ancora poco conosciuti, in
una fiera che celebra l’arte di qualità alla portata di tutte le
tasche, con un’offerta che accosta opere da pochi spiccioli ad
altre del valore di milioni di franchi. Si aprirà il 19
settembre al Centro Esposizioni Lugano la quarta edizione di
WopArt – Work on Paper Fair, la fiera internazionale dedicata
alle opere su carta fondata da Paolo Manazza e presentata questa
mattina a Roma. In programma nella cittadina svizzera fino al 22
settembre, la fiera ha un approccio rivoluzionario al mercato
dell’arte, avendo come obiettivo quello di unire i grandi
maestri agli artisti del presente seguendo il filo conduttore
della qualità per permettere a chiunque di avvicinarsi alla
bellezza. Su un’area di 7000 mq, la fiera è suddivisa in 6 aree
tematiche e propone 4 mostre dedicate a Dalì, Pericle, Krieger e
a 5 papiri dal Museo Egizio di Firenze.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi