X Factor, si ferma Sherol Dos Santos – FOTO e VIDEO – Cultura & Spettacoli


Ad un passo dalla finale di X Factor, Manuel Agnelli perde la sua prima concorrente: Sherol dos Santos è l’eliminata del sesto live show del talent (IL VIDEO ) di Fremantle, che lascia commossa il palco dell’ X Factor Arena.
“Ci ho sempre messo l’anima”, ha detto. Nella semifinale, che anticiperà l’ultimo match al Forum di Assago il prossimo 13 dicembre, si sfideranno dunque le giovanissime rimaste nel team di Agnelli – Luna e Martina Attili -, Leo Gassman (salvato dal pubblico al ballottaggio) e il rapper Anastasio con Mara Maionchi, i Bowland, unici superstiti tra i Gruppi di Lodo Guenzi, e Naomi, ultima speranza di Fedez.

 I concorrenti rimasti in gara si sono sfidati nelle due manche arbitrate da Alessandro Cattelan, portando sul palco brani riarrangiati ad hoc, accompagnati per la prima volta da un’orchestra elettronica, e in un medley corale che ha unito frammenti dei loro inediti.
Dopo il via al live show con l’ospite Giorgia e la sua cover di ‘Le tasche piene di sassi’, primo singolo del nuovo album Pop Heart, hanno aperto la gara i Bowland in ‘Seven Nation Army’ dei White Stripes, storico pezzo rock che racconta “come la musica alternativa possa diventare la musica di tutti, proprio quello che sta succedendo ai Bowland”, ha detto presentandoli il coach Lodo Guenzi. “Non vedevo l’ora di cantare il ‘po-po-po’ a squarciagola”, ha scherzato soddisfatta Maionchi. È il momento di Leo Gassman a cui la sua coach ha assegnato il brano di Jovanotti ‘La terra degli Uomini’, “canzone con cui la Fiorentina ha salutato il calciatore Davide Astori”, ha tenuto ha ricordare la signora della discografia. Per i giudici un’esecuzione tecnicamente ineccepibile, interpretata però con “troppo pathos, quasi recitata” per Fedez e in modo “molto classico, anche più dell’originale” per Agnelli. Porta avanti la prima gara il leader degli Afterhours: sceglie Bjork e i suoni del Nord Europa per Martina Attili sul palco con ‘Hyperballad’, ma forse per la prima volta delude il tavolo dei giudici. Per tutti la sedicenne è meno potente del solito. La difende il suo coach “anche con le imperfezioni rimani unica: è la più originale e particolare e interessante di questa edizione”.
Il clou della manche arriva quando Fedez schiera Naomi giocandosi “il tutto per tutto”. La sua ultima concorrente, reduce dal ballottaggio dello scorso giovedì, sul palco rappa senza inciampare ‘Look At Me Know’ (Chris Brown feat. Lil Wayne e Busta Rhymes). Standing ovation dall’X Factor Arena, in piedi per applaudire il flow della cantante lirica. Sull’assegnazione è molto critico invece Agnelli, che però si prende i fischi e i bu più forti dalla platea: “faccio fatica a capire il senso.

 Vedo più un esercizio di stile che qualcosa che esce dal tuo cuore”. “Se questo è esercizio di stile assegnare Adele a Sharon cosa è?”, risponde seccato Fedez “abbiamo puntato su una cosa difficoe per far vedere che Naomi merita di rimanere in gara”.  La sfida prosegue su rime da ghetto con Luna in ‘The Monster’ (Eminem e Rihanna). Fedez non porta rancore ad Agnelli e riconosce i meriti alla sua concorrente: “la tua migliore esibizione”. Sul palco torna la storia della musica, ‘Starway to Heaven’ dei Led Zeppelin: Anastasio lascia la sua impronta con le sue strofe, riscritte in italiano. “Hai scritto sempre una canzone nuova a settimana, una meglio dell’altra: è un merito speciale, sfido chiunque in due giorni a scrivere un pezzo così”, ha detto orgogliosa Mara Maionchi. Il paroliere – rapper, infatti, non delude neanche gli altri giudici. A chiudere la prima manche è Sherol con la hit ‘Turning Tables’ di Adele: Fedez e Maionchi i più critici (“una scelta kamikaze”, per il rapper e poco emozionante per Mara Maionchi).
 Jonas Blue e Liam Payne, ospiti della serata oltre a Giorgia, anticipano con il nuovo singolo ‘Polaroid’ la seconda manche, che i sette cantanti si giocano con un medley corale a colpi di inediti, cavalli di battaglia presentati la scorsa settimana al pubblico e già in testa alle classifiche di Spotify.
 Al termine dei due match, il televoto manda al ballottaggio Leo Gassman e Sherol dos Santos. Il tavolo dei giudici va al ‘tilt’ – “è giusto che sia il pubblico a scegliere, anche in base agli inediti” dice Fedez – e questa volta il quinto giudice, il pubblico appunto, è sicuro: a lasciare il talent è Sherol dos Santos.




https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi